La Carta della Pericolosità, allegata al Piano Stralcio di Bacino per l'Assetto Idrogeologico dei Bacini di Rilievo Regionale Abruzzesi "Fenomeni gravitativi e processi erosivi", è stata ottenuta, dalla sovrapposizione dei dati contenuti nella Carta dell'Acclività, nella Carta Geolitologica, nella Carta Geomorfologica e nella Carta Inventario dei fenomeni Franosi ed Erosivi.

Per la sua redazione è stata utilizzata la cartografia in scala 1:25.000.

I risultati dell'analisi così condotta sono stati validati, per una percentuale significativa dei dissesti individuati, tramite controlli sul terreno e una serie di incontri avuti con i tecnici dei Comuni interessati dal Piano.

Questo elaborato cartografico, pertanto, fornisce una distribuzione territoriale delle aree esposte a processi di dinamica geomorfologica ordinate secondo classi a gravosità crescente.

In particolare, sono state distinte le seguenti categorie:

  • pericolosità moderata - P1;
  • pericolosità elevata - P2;
  • pericolosità molto elevata - P3.

Una quarta classe, Pscarpate, individua le situazioni di instabilità geomorfologica connesse agli Orli di scarpata di origine erosiva e strutturale.

Nella Carta della Pericolosità le "Aree in cui non sono stati rilevati dissesti" indicano quelle porzioni di territorio regionale per le quali, alla data di redazione del Piano, non sono stati evidenziati indizi geomorfologici di dissesto.

Elaborati cartografici

Quadro di Unione - Carta delle Pericolosità

Quadro di unione - Carta delle pericolosità

 

Aggiornamenti cartografici

DGR 355 del 29.06.2017

Adozione del Progetto di I Variante Parziale del Piano Stralcio di Bacino per l’Assetto Idrogeologico “fenomeni gravitativi e processi erosivi” riferito ai bacini di rilievi regionale dell’Abruzzo e al territorio regionale ricompreso nel Bacino interregionale del Fiume Sangro.

A far data dal 2 Agosto 2017, data di pubblicazione della DGR 355 del 26/06/2017 sul BURA, sono imposte le misure di salvaguardia di cui alle Norme di Attuazione del Piano, nelle aree a pericolosità molto elevata (P3), elevata (P2) e da scarpata (Ps). Ai fini della tutela della pubblica incolumità e di una corretta pianificazione di Bacino, sono sospese le attività in contrasto con le vigenti Norme di Attuazione del Piano relative alle aree P3, P2 e Ps.

Attenzione: le tavole contenute negli allegati che seguono sostituiscono, nelle aree di sovrapposizione, le corrispondenti tavole in scala 1:25.000 del Piano.

 

Dott. Del Sordo 0862/364218 o scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.